Tagliatelle al ragù bianco

Le Tagliatelle al ragù bianco è una ricetta tipica della Romagna che richiede un po’ di tempo per la preparazione, circa un’ora e venti minuti, ma non è affatto complicata. Si tratta di un primo piatto a base di carne, verdura ed erbe aromatiche, per questo motivo è molto gustoso, con un gusto deciso, adatto a qualche pranzo o cena speciale. Non essendoci il pomodoro, che spesso da problemi di allergie, il ragù bianco è adatto a tutti, grandi e piccini.

DIFFICOLTA’: bassa

TEMPO: 1 ora e 20  minuti ca

INGREDIENTI PER 4 PERSONE                                                                  
350 gr di tagliatelle all’uovo o integrali
200 gr di carne trita di maiale
200 gr di carne trita di bovino adulto
1 bicchiere di vino bianco secco
100 gr di pancetta
Sale q.b.
Pepe q.b.
4 cucchiai di latte
500 ml di brodo di carne
5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
4 foglie di alloro
3/4 foglie di erba salvia
1 rametto di rosmarino fresco
1 carota
1 cipolla bianca
1 costa di sedano

PREPARAZIONE

La ricetta del ragù bianco, essendo una variante del classico ragù alla bolognese, è piuttosto lunga da preparare: quindi armatevi di santa pazienza e seguite passo a passo i nostri consigli.

  1. Sminuzzate la cipolla bianca molto finemente e ponetela in una pentola dai bordi alti. Soffriggete per qualche minuto con l’olio extra vergine di oliva.
  2. Quando la cipolla imbiondisce leggermente, aggiungete la carota tagliata a pezzi, il sedano ben pulito e sfilettato, le foglie di erba salvia, possibilmente fresca e il rametto di rosmarino.
  3. Quando il soffritto è pronto, aggiungete la carne trita sia di maiale sia bovino, un po’ per volta, in modo da unire bene gli ingredienti e amalgamarli. Lasciate rosolare la carne nell’olio aromatizzato per qualche minuto, quindi aggiungete la pancetta tagliata a dadini (o a listarelle a seconda dei gusti). Lasciate il tutto riposare sul fuoco a fiamma alta mescolando costantemente.
  4. Dopo qualche minuto, per evitare che il sugo si rapprenda, sfumate con il vino bianco secco, e lasciatelo evaporare dolcemente.
  5. Salate e pepate a piacimento, e aggiungete un bicchiere di brodo caldo. Il sugo deve cuocere a fiamma bassa per un’ora: quando vedete che si rapprende eccessivamente, irrorate con il brodo.
  6. Dopo 50 minuti circa, togliete le foglie di alloro e aggiungete il latte: mescolate bene il ragù e lasciate sul fuoco ancora una decina di minuti.
  7. Nel frattempo cuocete in abbondante acqua salata le tagliatelle: quando sono ancora ben al dente, procedete a scolarle e a farle saltare in padella insieme al vostro ragù bianco.
  8. Quindi impiattate e servite con una spolverata di parmigiano grattugiato e un filo di olio extra vergine di oliva.

Abbinare un vino dell’Emilia Romagna come il sangiovese o il piacentino Gutturnio Superiore

Articolo letto 84 volte.
Condividi questo articolo sui social
Scroll to Top