Come fare la pasta fresca in casa in meno di 10 minuti

Fare ogni giorno la pasta fresca in casa è il sogno di tutte massaie che ci tengono a preparare pietanze genuine e salutari. Ravioli, tagliatelle, tortellini, penne, fusilli e tagliolini: le possibilità sono davvero tante. Tutto parte dall’impasto, che è piuttosto semplice da realizzare, indipendentemente che sia presente o meno l’uovo.

Il problema maggiore si riscontra quando si deve utilizzare il mattarello, che richiede olio di gomito e tanta pazienza. Del resto, per diventare abili con questo arnese, che nell’immaginario comune viene associato alle nonne, è necessario utilizzarlo di frequente, cosa che nella vita di tutti i giorni diventa quasi impossibile, poiché si deve fare i conti con una serie infinita di impegni familiari e di lavoro inderogabili, che lasciano poco spazio ad altre attività.

Ma è davvero necessario rinunciare al piacere della pasta fresca fatta in casa? Fortunatamente oggi è possibile contare su una serie di strumenti che permettono di velocizzare la preparazione di questo incredibile alimento, conosciuto in tutto il mondo. Vediamo quali sono.

Validi aiuti per preparare la pasta fresca tutti i giorni

Per evitare di tirare la sfoglia a mano, è possibile ricorrere ad una macchina stendipasta, che può essere manuale o elettrica. Tuttavia, non bisogna pensare che questo apparecchio sia facile da utilizzare. Infatti, se non si seguono delle regole ben precise è possibile che l’impasto si “strappi”, compromettendo il risultato finale. Di fatto, è necessario lavorare piccole quantità di pasta alla volta, avendo cura di coprire la restante con della pellicola trasparente, in modo da non lasciarla a diretto contatto con l’aria.

Per iniziare è meglio tenere i rulli piuttosto larghi. Tuttavia, man mano che si procede, è fondamentale stringerli, in modo da rendere la pasta sottile. Una volta tirate le sfoglie è necessario stenderle su un canovaccio pulito ed infarinato e procedere con il taglio, che può essere effettuato a mano o avvalendosi ancora una volta della macchinetta. Utilizzando questo sistema il tempo di preparazione diminuisce, ma non di molto. Fortunatamente negli anni le aziende di elettrodomestici più rinomate, hanno proposto apparecchi di ultima generazione, in grado di preparare la pasta in pochi minuti.

Leader nel settore è Philips, che ha progettato una macchina per pasta fresca davvero innovativa, che lavora quasi completamente in autonomia. Infatti, fornisce indicazioni utili sulla quantità degli ingredienti da utilizzare, prepara l’impasto e lavora in rapidità. Inoltre, realizza moltissimi formati di pasta in meno di 10 minuti. Si tratta di un prodotto perfetto anche per coloro che hanno poco tempo a disposizione, ma che non vogliono rinunciare a nutrirsi in maniera sana e gustosa.

Pasta fresca

La pasta: un alimento unico le cui origini si perdono nel tempo

É difficile trovare un simbolo di italianità più universale della pasta. Ma quali sono le sue origini? Sicuramente, non è facile rispondere a questa domanda, anche perché si tratta di un alimento che non richiede ingredienti costosi per la sua preparazione.

Quel che è certo è che i Greci, gli Etruschi ed i Romani realizzavano una sorta di lasagna, detta “lagana“, che prevedeva sottili sfoglie di pasta farcite con carne e cotte nel forno a legna. In una tomba etrusca di Cerveteri è stato trovato tutto il necessario per la preparazione di questo importante alimento: mattarello, spianatoia, coltello, mestolo, sacchetto contenente la farina e così via.

Tuttavia, le prime notizie certe relative alla pasta tradizionale risalgono al 1154, grazie al geografo arabo Edrisi, che parla nei suoi scritti di “un cibo di farina in forma di fili“, detto “triyah“, che veniva confezionato a Trabia, l’attuale Palermo. In poco tempo la pasta si è diffusa in tutto il Bel Paese ed anche nel resto del mondo, poiché è un alimento semplice, ma nutriente e che si presta ad infinite varianti. Inoltre, è salutare, tant’è che viene inserito nella maggior parte delle diete.

Post in collaborazione con Philips

 

Articolo letto 29 volte.
Condividi questo articolo sui social
Scroll to Top