vino piacentino e digitalizzazione

Per testare il livello di digitalizzazione raggiunto dal mondo vitivinicolo piacentino ho condotto una semplice e breve ricerca su internet, per verificare quante Aziende del comparto siano munite di un sito internet attivo e funzionante con un dominio proprio.

Ho svolto la ricerca nell’ultima settimana di febbraio 2016 trovando con semplici chiavi di ricerca su Google 110 siti web con dominio proprio di aziende vinicole ubicate nella provincia di Piacenza e li ho visitati tutti per verificarne le caratteristiche principali, catalogarle e metterle a confronto in termini numerici e percentuali.

La seguente ricerca non ha nessuna pretesa scientifica. Ad esempio il numero dei siti che ho individuato potrebbe essere incompleto e di certo non comprende le aziende che hanno scelto di avere una presenza sul web che non preveda il possesso di un sito proprio con dominio registrato di primo livello. Tuttavia il quadro generale che emerge mi sembra realistico rispetto allo stato dell’arte di vino piacentino e digitalizzazione.

Il Consorzio di Tutela dei vini DOC Colli Piacentini ci ha fornito il numero delle aziende certificatrici di vini doc della provincia (dati Valoritalia) che per l’anno 2015 risultano essere 187

Su 187 produttori piacentini di vino doc dunque, soltanto 110 pari al 58% hanno un sito web con dominio proprio. Ciò significa che il 42% delle aziende che producono vino doc nella provincia di Piacenza non ha un sito internet.

Questo primo dato che può sembrare sconfortante, deve tuttavia essere interpretato, in quanto l’offerta vinicola piacentina è molto diversificata e soprattutto sono ancora moltissimi i piccoli produttori che vinificano e commercializzano quantitativi di vino “confidenziali” per dirla alla francese.

Il vino doc certificato nel corso dell’anno 2015 ammonta a litri 18.568.200. Ben 12.800.000 litri pari al 69% del totale sono stati certificati dalle prime otto aziende classificate per volumi di vino doc prodotto nella provincia, e ben 9.800.000 litri pari al 53% del totale dalle sole prime tre aziende (Dati Valoritalia Piacenza)

Da questi dati emerge che il 31% della produzione rimanente è polverizzato su 179 aziende di dimensioni molto ridotte. Possiamo ipotizzare che le 77 aziende che hanno rinunciato ad avere un sito web con dominio proprio siano semplicemente troppo piccole per farlo, o più banalmente non abbiano interesse ad aprirne uno, riuscendo a collocare sul mercato tutto il vino prodotto in poco tempo ad una clientela consolidata.

La situazione è un po’ più controversa se consideriamo il secondo dato importante che ho isolato ponendomi una semplice domanda: quanti di questi 110 siti web di aziende vinicole piacentine sono mobile responsive, ovvero possono essere navigati agevolmente e senza problemi da dispositivi mobili come i telefoni cellulari?

La risposta è soltanto 42 pari al 22% di tutte le aziende certificatrici. Considerando che oramai quasi tutto il traffico su internet si sta spostando su questi dispositivi, questo dato assume una connotazione piuttosto sconfortante.  

 

In un mondo sempre più globalizzato cercare di collocarsi sui mercati internazionali sembra essere una scelta obbligata. Quanti sono i produttori piacentini di vino con un sito web tradotto in lingue straniere? E qui emergono altri dati poco lusinghieri: soltanto 45 siti web hanno una versione in inglese pari al 24% dei produttori, 5 siti hanno una versione in tedesco pari al 2,65%, 2 siti web sono tradotti in cinese e soltanto uno in spagnolo, francese e svedese.

Viste queste premesse non possiamo stupirci se soltanto 16 aziende hanno un sistema integrato di e-commerce con pagamenti sicuri con carta di credito sul proprio sito aziendale.

E sono sempre 16 in tutto le aziende che hanno pubblicato dei video sul proprio sito.

Sono 31 i siti web con una sezione dedicata alle news o agli aggiornamenti che in alcuni rari casi, si configurano come veri blog aziendali, mentre soltanto 19 hanno un modulo dove inserire un indirizzo email per iscriversi alle newsletter aziendali.

Le cose sembrano andare un po’ meglio sul fronte dei social network. Ben 52 siti su 110 hanno un collegamento alla propria pagina Facebook, il 27,6% dei produttori piacentini. Percentuale probabilmente più alta se ipotizziamo che alcune delle aziende censite potrebbero avere una pagina Facebook anche se non l’hanno collegata al proprio sito, ed altre ancora che nemmeno hanno un sito web potrebbero invece aver deciso di aprire una pagina sul social per eccellenza.

Gli altri competitors seguono in effetti a distanza. Solo 14 siti hanno un collegamento con un account Twitter, 8 ad Instagram, 4 a Google+ e 2 a Pinterest.

Segue ora l’elenco dei 110 produttori di vino piacentino di cui ho trovato il sito web con dominio proprio.

 

ARADELLI VINI 

ATTORPI ANGELO

AZIENDA AGRICOLA COVATI

AZIENDA AGRICOLA GAZZOLA MASSIMO

AZIENDA AGRICOLA IL GHIZZO

AZIENDA AGRICOLA ODDI

AZIENDA AGRICOLA SCARABELLI

AZIENDA AGRICOLA TERZONI 

AZIENDA DELBO’

BACCHINI

BADENCHINI

BARACCONE

BARATTIERI

BARBUTI GIUSEPPE

BEL SOSPIRO

BERNINI 

BIRAGHI FRATELLI

BONGIORNI VITIVINICOLA

CA ROSSA

CAMORALI

CAMPO DEL CORBELLAIO 

CANTINA DI VICOBARONE S.C.A. 

CANTINA LOSCHI 

CANTINA MONFERRINA

CANTINA VALTIDONE

CANTINE 4 VALLI

CANTINE ALBASI   

CANTINE CAMPANA SNC

CANTINE LODIGIANI

CANTINE MAINETTI

CANTINE ROMAGNOLI 

CASA BELLA S.R.L. 

CASA VINICOLA TESTA 

CASABENNA

CASAMIGLIO – LA PIOPPA S.S.

CASTELLO DI LUZZANO

CIVARDI

CIVARDI RACEMUS

COLLE DEL PODIO

CROCI

DATURI 

EREDI FERRI 

CANTINE BONELLI

FORMAGGINI

FRATELLI BRAGHIERI

FRATELLI PIACENTINI

GAIASCHI TERENZIO

GENESI DIONISIO

GENNARI

IL CASELLO AZIENDA AGRICOLA 

IL MAIOLO

IL NEGRESE

IL POGGIARELLO

LA BERTUZZA

LA BUCA 

LA CELATA

LA CIOCCA

LA QUERCIA VERDE

LA STOPPA

LA TOLLARA

LA TORRETTA

LA TOSA

LA TRAVATA

LE TORRICELLE 

LOMBARDELLI 

LURETTA

LUSENTI 

MAGISTRALI

MANARA

MANZINI PIANI CASTELLANI 

MARCHESE MALASPINA

MARCO CORDANI

MARENGONI SILVIO, LINO E FLAVIO

MOIZO E SCOTTI

MOLINELLI 

MOLINELLI ROMANO

MONTESISSA FRANCESCO S.S. 

MOSSI

PAVOLINI

PERINELLI 

PIETRO GAZZOLA

PODERE CASALE

PODERE CORNETTO

PODERE GAIASCHI

PUSTERLA

RONCHI

SANTA GIUSTINA 

SAVINI 

SESENNA GIUSEPPE

SOLENGHI GAETANO

TENUTA GIAROLA

TENUTA IL RINTOCCO

TENUTA LA RATTA

TENUTA PERNICE

TENUTA TAVERNAGO

TORRE FORNELLO

TORRI VITIVINICOLA

UCCELLAIA

VILLA OPPI  

VILLA ROSA 

VINI GROPPI

VINI ILLICA 

VINI MALVICINI 

VITALI

VITIVINICOLA BUZZETTI

VITIVINICOLA MERLI 

VITIVINICOLA ROSSI

VITIVINICOLA VALLA

VITIVINICOLA VISCONTI  

ZERIOLI 

 

Ovviamente sono gradite segnalazioni per completare la lista e sanare eventuali mancanze.

Alla luce di questi dati, Tu che opinione Ti sei fatto dello stato di avanzamento della digitalizzazione delle aziende piacentine produttrici di vino?

Lascia il Tuo commento.

 

 

Articolo letto 114 volte.
Condividi questo articolo sui social
Scroll to Top