Due parole sul “Metodo Charmat”

Ideato da Federico Martinotti e poi utilizzato commercialmente dal francese Charmat è un sistema di spumantizzazione particolarmente adatto per uve aromatiche come la malvasia.

Caratteristica di questo procedimento è la rifermentazione in autoclave di grandi dimensioni.

In seguito una seconda autoclave, collegata alla prima, riceve il vino, che ha già preso la spuma, per eliminarne la feccia attraverso una filtrazione o centrifugazione.

Il vino così spumantizzato passa infine ad una terza autoclave per consentirne l’imbottigliamento.
Tutto il processo, dalla presa di spuma all’imbottigliamento, dura dalle due alle tre settimane.

Una variante è costituita dal così detto Charmat lungo che prevede una maggiore permanenza del vino spumante sulle proprie fecce.

Articolo letto 16 volte.
Condividi questo articolo sui social
Scroll to Top