Tenuta Santa Giustina

Gutturnio: le 5 ricette di Santa Giustina

Azienda Agricola Santa Giustina

L’Azienda Agricola Santa Giustina è situata ad Arcello, sulle colline di Pianello Val Tidone, un luogo sospeso fra dolci pendii, natura incontaminata e borghi antichi. Di proprietà della famiglia Bucciarelli da oltre quarant’anni, il suo nucleo più antico risale all’anno Mille. Nella sua chiesetta ristrutturata, di una bellezza mozzafiato, è possibile celebrare anche i matrimoni religiosi. Ma Santa Giustina non è solo un luogo dove trovare relax e pace: infatti, è anche una riserva faunistica dove le Starne, simbolo del suo logo, si riproducono naturalmente e dove è rispettato l’habitat degli animali locali.

Fiore all’occhiello della tenuta è la sua cantina: cento ettari che si sviluppano fra terreni a colture annuali, boschi e vigneti, in una zona anticamente riconosciuta per la vocazione del terreno alla produzione di Gutturnio. La giovane imprenditrice Gaia Bucciarelli, da dieci anni, guida con successo e passione la cantina, puntando sulla qualità dei prodotti e del personale di cui si avvale, tanto da conquistare anche i mercati esteri: “La Cantina è di recente costruzione – spiega la titolare – L’area più esterna è dedicata alla ricezione delle uve, mentre una parte interna alla vinificazione e alla prima maturazione dei vini in serbatoi d’acciaio a temperatura controllata. L’area sottostante è invece dedicata all’affinamento che viene fatto in un locale molto caratteristiche con suggestivi soffitti a volta, dove barrique, tonneau e bottiglie riposano in condizioni di umidità, temperatura e luce ottimali”.

Perché fare il vino è un’arte, e a Santa Giustina lo sanno bene: “I nostri vigneti sono esposti a mezzogiorno – continua Bucciarelli – sono giovani e d’impianto moderno, fattori che, abbinati a potature severe e a un’attenta defoliazione, consentono raccolti limitati ma di alta qualità”. Vengono così prodotti vini che esaltano le caratteristiche uniche e peculiari delle uve, rispettando quello che ogni anno i vigneti sanno regalare.

Proprio di recente è stata conferita a Santa Giustina un’onorificenza dal Comune di Pianello Val Tidone, per l’impegno che ogni giorno l’azienda dedica nella valorizzazione della cultura del vino . Con il tempo, infatti, Santa Giustina è diventata anche un punto di riferimento per eventi legati all’arte, la musica, la cucina, la pedagogia e non ultimo al wedding.

Per i matrimoni, in particolare, Santa Giustina ha creato uno staff attento e preparato in grado di accompagnare i futuri sposi nella realizzazione di progetti matrimoniali creati su misura.

Gaia Bucciarelli, titolare di Santa Giustina
Gaia Bucciarelli, titolare di Santa Giustina

 

Gutturnio: le 5 ricette di Santa Giustina

Tra le 16 differenti etichette prodotte, Santa Giustina dedica ovviamente particolare attenzione alle Doc Piacentine, tra cui spicca il Gutturnio vinificato in 5 differenti ricette : il Gutturnio frizzante, nella sua versione base, il Gutturnio Superiore, il Gutturnio Superiore “I Muri”, lo spumante rosè “1937”, e il “Villa Soldati”.

Il Gutturnio frizzante doc è ottenuto seguendo la ricetta tradizionale, 60 per cento uve Barbera e 40 per cento Croatina; di un colore rosso rubino intenso, sorprende con vivaci accenti violacei. Assaggiandolo, anche il palato meno esperto riconosce il sapore dolce di ribes e more con aggiunte tonalità floreali. E’ un vino che si adatta ai primi piatti e ai secondi di carne. Servito fresco è ottimo anche con pesci non delicati, come il merluzzo e lo spada.

Il Gutturnio Superiore, leggermente più strutturato, è perfetto per accompagnare ed esaltare grigliate di carne, piatti a base di ragout, e pasta ripiena come anolini di carne. La sua etichetta rosso scuro suggerisce la sua anima più autunnale.

Il Gutturnio doc “I Muri” ha una struttura e un corpo decisamente superiori grazie all’invecchiamento in botti di legno che gli regala note speziate molto interessanti. Assaggiandolo si avverte il sapore della confettura di frutti di bosco, che regala una sensazione morbida e vellutata. Un vino adatto per esaltare la cacciagione e le carni aromatizzate ricche di intingoli, come spezzatini, arrosti e stufati.

Lo spumante rosè “1937” è realizzato con tagli di Barbera e Croatina con metodo charmat. E’ un Gutturnio rivisitato in chiave moderna: interessante con le sue note di lampone e frutti di bosco. Perfetto come aperitivo, si abbina anche a primi piatti delicati come il risotto ai fiori di zucca o ai secondi di pesce. Ineguagliabile con crudité di pesce e pasticceria secca.

Il Gutturnio “Villa Soldati” è una selezione particolare perché è ottenuto con l’aggiunta di un dieci per cento di uve Merlot invecchiate in barrique di rovere francese che conferiscono al vino un particolare gusto delicatamente speziato. Perfetto su tutto, si abbina principalmente alla carne ma può essere gustato con tutti i piatti della cucina piacentina, dall’antipasto al dolce.

 

Azienda Agricola Santa Giustina Srl Società agricola.
Località Santa Giustina Arcello 29010 Pianello Val Tidone (Piacenza).
Telefono e fax: 0523/994612.
info@santagiustina.com.
www.santagiustina.com.

 

Articolo letto 74 volte.
Condividi questo articolo sui social
Scroll to Top