Dolcizie: un blog di dolci e delizie

Sara Fumagalli
Sara Fumagalli

Nel panorama italiano i blogger appassionati di dolci non mancano. Vogliamo rendere omaggio con questo post ad un blog ed alla sua amministratrice che ci è piaciuta per la sua freschezza, semplicità, e simpatia.

Si presenta con una grafica asciutta ed essenziale, ma si capisce subito che Sara Fumagalli, l’autrice del blog Dolcizie, ha le idee chiare e due grandi passioni: i dolci e la fotografia.

Il blog, come ci racconta Sara, nasce il 28 febbraio 2011 per caso e per passione, col desiderio di farne un giorno una vera e propria professione. E dalla fondazione a oggi di strada ne ha già fatta parecchia.   Alcune semplici cifre per farsi un’idea: 821 follower su Twitter, 1863 fans su Facebook, 1360 follwer su Google+ e ben 493418 visite al blog.

Sara dice di sé di avere uno spirito da ventenne, di praticare il tai-chi, che le ha aperto nuovi orizzonti, e naturalmente di amare i dolci, la fotografica e la pasta.

Dolcizie è una vera miniera di ricette e fotografie. Il blog è organizzato per sezioni, facilmente accessibili e consultabili sulla colonna di sinistra. Si comincia con “impasti e basi”, per passare poi a “creme per farciture” e ancora “biscotti”, “torte” la sezione più ampia, e infine “semifreddi e mousse”, “frappè e Smoothie”, e “dolcetti vari”.

Non mancano le divagazioni sul tema e così Sara ha creato anche le categorie “delizie salate”, “focacce”, “pane, crackers” e “piatti vari”

Tutte le sezioni sono naturalmente arricchite da numerose ricette, tutte corredate dalle belle fotografie originali realizzate da Sara.

A conferma del successo del blog, Dolcizie ha vinto numerosi premi e Sara ha partecipato a numerosi contest, e il tutto è doverosamente documentato con appassionata precisione sulle pagine di Dolcizie appositamente dedicate.

Concludiamo questa breve recensione consigliandovi una ricetta che ci è molto piaciuta e che ci sembra particolarmente sfiziosa, direttamente dal blog Dolcizie: crostata con le fragoleche accompagneremo con un Gutturnio frizzante dei Colli Piacentini.

 

Articolo letto 18 volte.
Condividi questo articolo sui social
Scroll to Top