Bavette al pesto “arricchito”

Questa non è la solita ricetta di bavette al pesto: infatti, agli ingredienti “classici” aggiungiamo un tocco di sapore in più, i fagiolini e le patate. E’ una ricetta che nasce in Liguria, ma che si trova molto spesso anche nella vicina Emilia Romagna, ed è più conosciuta come “pesto arricchito”. Il procedimento per realizzare questo piatto è davvero molto semplice: unico consiglio, utilizzate, se possibile, il basilico freschissimo.

 

DIFFICOLTA’: bassa

TEMPO: 25 minuti circa

INGREDIENTI PER 4 PERSONE
2 spicchi di aglio
Un pizzico di sale marino grosso
100 ml di olio di oliva extravergine
Basilico 50 gr (in foglie)
Pecorino grattugiato 2 cucchiai (circa 30 gr)
Pinoli 1 cucchiaio (circa 15 grammi)
Parmigiano reggiano grattugiato 6 cucchiai (circa 70 gr)
Fagiolini 200 g
Patate 2 di medie dimensioni
Pasta bavette 350 gr

PREPARAZIONE

Iniziamo con la preparazione del pesto alla genovese classico, che poi andremo ad arricchire con gli ingredienti “speciali”.

  1. Sbucciate i due spicchi di aglio e poneteli insieme a un pizzico di sale grosso in un mortaio. Pestate con forza fino a ridurre l’aglio a una cremina morbida. Aggiungete le foglie di basilico e continuate a pestare. Una volta che gli ingredienti si sono bene amalgamati, aggiungete i pinoli (a piacimento). Pestate il tutto fino ad ottenere una crema.
  2. A questo punto aggiungete pecorino e parmigiano al composto così ottenuto: il segreto è mescolare in continuazione in modo da rendere tutto il più possibile omogeneo e cremoso. Infine, versate l’olio extra vergine di oliva e mescolate.
  3. Passiamo ora alla fase numero due della ricetta: prendete i fagiolini, lavateli in abbondante acqua fredda, e privateli delle estremità.
  4. Immergete i fagiolini così ripuliti in una pentola con acqua salata e portate a ebollizione. Quando risulteranno ancora croccanti (il tempo di cottura dipende dalle dimensioni dei fagiolini) scolateli e tagliateli in due su un tagliere.
  5. Prendete le due patate di medie dimensioni e sbucciatele in modo da togliere tutti i residui di terra. Tagliatele a dadini piccoli e lessatele, mettendole a cuocere in una pentola piena di acqua salata.
  6. A parte, mettete le bavette a cuocere (si può utilizzare anche l’acqua di cottura delle patate, dipende dai gusti).
  7. Quindi, in una pentola antiaderente, ponete i fagiolini tagliati in due, il pesto alla genovese e irrorate con l’olio di oliva. Aggiungete se necessario qualche cucchiaio di acqua di cottura per rendere il pesto ancora più cremoso.
  8. Scolate la pasta e le patate, e versate il tutto nella padella con il pesto e i fagiolini. Fate saltare per qualche minuto.
  9. Mescolate tutti gli ingredienti insieme con molta cautela e impiattate.
  10. Guarnite con qualche fogliolina di basilico facendo attenzione che un piatto, oltre che buono, deve essere anche piacevole da guardare!

Proponiamo in abbinamento un buon Gutturnio frizzante dei Colli Piacentini.

 

Fotografia: La cucina del convento

 

Articolo letto 17 volte.
Condividi questo articolo sui social
Scroll to Top